DIARI FOTOGRAFICI

Sala virtuale di esposizione di progetti legati al presente,
alla condizione che ci accumuna tutti in questo tempo.

"Questo diario non è un libro di fotografie. Non solo.
È piuttosto e soprattutto una sorta di testimone, passato di mano in mano, che ha dato l’opportunità a chi segue le attività di Magazzino Verona di raccontare spontaneamente la propria esperienza in lockdown.
Oppure di “sognare”, condividendoli ancora, quei luoghi fotografati tempo fa, che in qualche modo si affacciano fuori da finestre e porte, diventati i nostri confini in questi mesi.
È stata un’occasione, colta da alcuni di noi, di raccontare, sperimentare, riflettere e fotografare in una condizione in cui gli spazi non sono orizzonti lontani, quanto piuttosto i contorni delle nostre anime."

 

L'iniziativa

Data la particolare condizione che stiamo attraversando, l'Associazione Magazzino Verona ha deciso di non rimanere in attesa di tempi "più favorevoli", ma di utilizzare proprio questa situazione comune a tutti noi per proporre attività che speriamo stimolanti. Per questo è stata creata questa sorta di "sala virtuale" per esposizioni personali, affinché chiunque ne abbia voglia possa trovare uno spazio:

Progetti fotografici del presente, in 2 modalità:
1) raccontare la propria quotidianità in "quarantena" (ognuno secondo la propria sensibilità) descrivendo la propria "resistenza" o "resilienza" nel cambiamento di ritmo giornaliero.
2) realizzare un ritratto o autoritratto in questa "condizione".

In alternativa creare un racconto per immagini utilizzando foto dal proprio archivio, un viaggio di ricordi positivi per esorcizzare la "clausura" a cui siamo costretti.